Agriturismo Italia

Fattoria biologica, ristorante, caseificio, macelleria aziendale

Pasta fresca Siracusa: maccheroni, fave e crostini di pane

Agriturismo Siracusa: maccheroni di pasta fresca e fave
Pasta fresca a Siracusa: maccheroni rigati, fave e crostini di pane serviti in una ciotola di terracotta. Una ricetta invernale per realizzare la quale il nostro ristorante si rifornisce presso il pastificio artigianale Il Messinese (Floridia - Siracusa).
Belle fotografie a cura del movimento culturale L'eco del gusto.


< Vai al catalogo del pastificio

 

La combinazione di pasta e legumi è fra le principali ricchezze nascoste della dieta mediterranea. Uniti insieme, cereali e legumi hanno infatti la capacità di garantire un apporto proteico di qualità paragonabile a quello delle carni fresche, in termini di valore biologico.
Per questo motivo, un tempo questo piatto era definito la carne dei poveri. Oggi invece questa ricetta è considerata una squisitezza da intenditori.

Dato che noi usiamo, nel condire questa pasta, alcune verdure di campo, possiamo preparare questa ricetta solo in inverno, periodo in cui sono tali piante sono disponibili e, d'altro canto, il momento dell'anno in cui questa pasta risulta più gradevole, dato il suo effetto corroborante.

 

 

Innanzitutto bisogna mettere a bagno le fave secche in acqua tiepida, per almeno ventiquattro ore. Poi esse devono essere scolate e in parte sgusciate, per evitare che la consistenza delle bucce abbia un impatto eccessivo sulla texture del piatto al palato.

Le fave sono poi messe a bollire insieme a cipolla, sedano, finocchietto selvatico, foglie di finocchio fresco, castagne secche, iti raccolte nelle campagne della nostra azienda, un po' di cotenna di maiale tagliata a striscioline sottili e borragine delle nostre campagne.


Il successo di questa ricetta dipende dal grado di conoscenza del diverso comportamento alla cottura di questi ingredienti così diversi e nella capacità di modulare la tempistica di conseguenza.

La pasta fresca è cotta a parte e solo alla fine mescolata con la minestra spessa e profumatissima che abbiamo ottenuto.
Alla fine si aggiunge un giro di olio extravergine d'oliva e qualche crostino di pane.